top of page

La valutazione probatoria delle dichiarazioni della persona offesa e della parte civile

Aggiornamento: 4 nov 2023


Cass., sez. II, 24 marzo 2021, n. 15589

valutazione della prova - mezzi di prova - prova testimoniale - persona offesa - parte civile

(art. 90 c.p.p., 192 c.p.p.)


Le dichiarazioni della persona offesa possono essere da sole sufficienti ad affermare la responsabilità penale dell’imputato, previa verifica della credibilità soggettiva del dichiarante e dell’attendibilità intrinseca dei fatti narrati; tale verifica deve essere più penetrante e rigorosa rispetto alla valutazione delle dichiarazioni di qualsiasi testimone. Qualora la persona offesa si sia costituita parte civile può essere opportuno, ma non necessario, procedere al riscontro di quanto affermato con altri elementi, dato l’interesse economico di cui è portatrice.


(Nel caso di specie, avente ad oggetto un’imputazione per il reato di appropriazione indebita ex art. 646 c.p., il ricorrente aveva sostenuto che Corte di Appello di Palermo aveva affermato la responsabilità penale principalmente sul contenuto delle dichiarazioni rese dalla persona offesa, senza procedere al riscontro delle dichiarazioni ed alla valutazione delle prove a discarico acquisite nel corso dell’istruttoria dibattimentale. La Corte di Cassazione ha ritenuto infondato tale motivo, in quanto le regole dettate dall’art. 192 c.p.p. comma 3, non si applicano alle dichiarazioni della persona offesa, le quali possono essere legittimamente poste da sole a fondamento dell’affermazione di responsabilità, previa verifica della credibilità soggettiva del dichiarante e dell’attendibilità intrinseca dei fatti narrati. Inoltre, la Corte ha affermato che la valutazione della attendibilità della persona offesa del reato rappresenta una questione di fatto che non può essere rivalutata in sede di legittimità, salvo che il Giudice non sia incorso in manifeste contraddizioni.)


Giurisprudenza di legittimità

Conformi: Cass, sez. un., 19 luglio 2012, n. 41461; Cass., sez. I, 24 giugno 2010, n. 29372; Cass., sez. II, 24 settembre 2019, n.43278

valutazione probatoria dichiarazioni persona offesa

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page